“Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace”

“ Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace”
Iniziare un NUOVO ANNO è come mettersi davanti a un nuovo orizzonte che si apre all’improvviso alla visuale. E’ come iniziare un nuovo viaggio che ci viene regalato e a cui ci tenevamo tanto. E’ come affrontare una avventura da cui speriamo tanto e che dobbiamo comunque coraggiosamente intraprendere armati di speranza e fantasia. Auguri si dice e ce lo diciamo in tanti modi. L’anno che è passato. e ci lascia, ci ha donato tanto, se guardiamo nel nostro bilancio personale e comunitario. E’ stato certamente una catena di opportunità che se ne abbiamo potuto approfittare, ci ha arricchiti lasciandoci un segno e tanti ricordi. Il nuovo anno ci darà ancora di più. Vogliamo guardare avanti, sapendo di averne bisogno, ma specialmente spinti dalla voce di Dio che ci invita ogni giorno a “Prendere il largo e gettare le reti”, perché la vita che Lui ci ha dato è un dono che non possiamo tenere nascosto, ma che dobbiamo accogliere con gratitudine, impegnare con fantasia e donare con generosità. Ciò che non si può prenotare nella nostra esistenza, Lui l’ha previsto per ognuno di noi e non mancherà di parola.
Prendiamo un impegno che ci aiuterà: Leggiamo in questo nuovo anno l’Esortazione Apostolica di Papa Francesco: “Gaudete et exultate”. E’ meravigliosa, è un invito alla santità. Apriamo il cuore alla fiducia e all’attesa, impariamo a sognare nel cielo di Dio e ogni giorno sarà una sorpresa che ci riempirà di gioia e serenità. Auguri. BUON ANNO.
AUGURI, BUON ANNO 2019!
Il Parroco.

Iniziare un NUOVO ANNO è come mettersi davanti a un nuovo orizzonte che si apre all’improvviso alla visuale. E’ come iniziare un nuovo viaggio che ci viene regalato e a cui ci tenevamo tanto. E’ come affrontare una avventura da cui speriamo tanto e che dobbiamo comunque coraggiosamente intraprendere armati di speranza e fantasia. Auguri si dice e ce lo diciamo in tanti modi. L’anno che è passato. e ci lascia, ci ha donato tanto, se guardiamo nel nostro bilancio personale e comunitario. E’ stato certamente una catena di opportunità che se ne abbiamo potuto approfittare, ci ha arricchiti lasciandoci un segno e tanti ricordi. Il nuovo anno ci darà ancora di più. Vogliamo guardare avanti, sapendo di averne bisogno, ma specialmente spinti dalla voce di Dio che ci invita ogni giorno a “Prendere il largo e gettare le reti”, perché la vita che Lui ci ha dato è un dono che non possiamo tenere nascosto, ma che dobbiamo accogliere con gratitudine, impegnare con fantasia e donare con generosità. Ciò che non si può prenotare nella nostra esistenza, Lui l’ha previsto per ognuno di noi e non mancherà di parola. Prendiamo un impegno che ci aiuterà: Leggiamo in questo nuovo anno l’Esortazione Apostolica di Papa Francesco: “Gaudete et exultate”. E’ meravigliosa, è un invito alla santità. Apriamo il cuore alla fiducia e all’attesa, impariamo a sognare nel cielo di Dio e ogni giorno sarà una sorpresa che ci riempirà di gioia e serenità. Auguri.

BUON ANNO. AUGURI, BUON ANNO 2019 !

Il Parroco.