Biografia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone

san-giovanni-LeonardiNacque a Diecimo (LU) nel 1541.
Dalla sua prima giovinezza fino alla piena maturità, contemporaneamente alla professione di speziale, frequentò la “Compagnia dei Colombini”, uno dei centri laicali nei quali si     coagulava la reazione cattolica al diffondersi sempre più capillare, nello stato lucchese, delle sollecitazioni luterane.
Questa prima esperienza d’impegno ecclesiale lo indusse ad una scelta più radicale e totalizzante, attraverso il sacerdozio, realizzata nel 1571.
Tre anni dopo fondò la famiglia religiosa dei “Preti Riformati della Beata Vergine” elevata nel 1623 al grado di Ordine denominato dei “Chierici Regolari della Madre di Dio”.
Gli inizi del suo sacerdozio furono contrassegnati dalla premura verso i fanciulli per i quali istituì la “Compagnia della Dottrina Cristiana” e pubblicò un manuale di catechesi.
Il suo radicalismo evangelico lo pose in conflitto con il diffuso dissenso religioso.
Giovanni Leonardi dovette pagare con velata diffidenza o con  aperto contrasto, meterteu-sbrigidafino all’esilio, le sue scelte di ortodossia e di fedeltà al pontificato romano.
Nel 1592 fu inviato come Amministratore Apostolico al Santuario della Madonna dell’Arco (Napoli) e dal 1596 al 1601 visitò e riformò, per incarico del papa Clemente VIII, le Congregazioni benedettine di Montevergine e Vallombrosa e poi quella dei Servi di Maria di Firenze.

Infine intorno al 1607-1608 diede vita a quello che in seguito sarebbe divenuto il Collegio “De Propaganda Fide”, in realtà  ufficialmente eretto da papa Urbano VIII, ma il cui primo progetto fu espresso dalla creatività del Leonardi.
Nell’estate del 1609, nel corso di un’epidemia del tipo influenzale, colpito da una febbre violenta, all’alba del 9 di ottobre rendeva a Dio la sua anima.
La figura del Leonardi si colloca in tutto quel moto di revisione ecclesiale più noto col nome di riforma cattolica.
Egli ebbe il dono di una singolare lettura dei segni di un tempo che andava trasformandosi radicalmente.
Come suo personale carisma seppe proporre le nuove tensioni e gli antichi interrogativi dell’uomo in termini di continua verifica interiore e di coerente testimonianza evangelica.
Nel 1756 venne riconosciuta l’eroicità della sua virtù; fu beatificato il 10 novembre 1861, mentre il 17 aprile 1938 Pio XI ne proclamò la santità.
Il giorno 8 agosto 2006 Benedetto XVI lo dichiarò Patrono dei farmacisti.
Le spoglie mortali di S. Giovanni Leonardi riposano nella chiesa di S. Maria in Portico in Campitelli a Roma.